Proposta referendaria sistema elettorale, sì da Basilicata -3-

red/rus

Roma, 27 set. (askanews) - L'Assemblea al termine della discussione ha respinto a maggioranza con 12 voti contrari di Fi, Lega, Idea, Bp e Fdi e 8 voti favorevoli di Pd, Ab, Pl e M5s le due pregiudiziali. Subito dopo i consiglieri del Movimento 5 stelle, Leggieri, Perrino e Giorgetti, hanno abbandonato l'Aula in segno di protesta. "Non convincono - hanno detto i consiglieri M5s - le tiepide giustificazioni di Cicala, Coviello e Zullino. A nostro avviso l'eventuale approvazione dei quesiti sul referendum abrogativo della quota proporzionale dalla legge elettorale, durante la seduta odierna, è da considerarsi illegittima. Per questa ragione abbandoniamo i lavori del Consiglio per non assecondare questa forzatura, probabilmente incostituzionale". L'Assemblea ha anche votato a maggioranza assoluta (con scrutinio segreto) un delegato effettivo (Roberto Calderoli) e uno supplente (Carmine Cicala) così come previsto dall'art.29 della legge 352/1970 "Norme sui referendum previsti dalla Costituzione e sulla iniziativa legislativa del popolo".