Proprietaria su Airbnb rifiuta coppia gay, è polemica

La conversazione è stata pubblicata dalla pagina di Arcigay Bologna

Aveva prenotato due posti per il 18 e 19 agosto in un appartamento a San Severo (Foggia) tramite Airbnb, ma al momento della conferma la proprietaria ha posto il veto: nessuna coppia omosessuale nell’abitazione.

A denunciare l’accaduto è l’Arcigay di Bologna che, tramite la propria pagina Facebook, ha pubblicato la chat tra l’host foggiana, Tiziana, e il giovane modenese Matteo che aveva prenotato la stanza tramite la piattaforma Airbnb. “Con chi verresti a casa?”, la richiesta della donna che, insistendo ha chiesto di “sapere se in coppia con una donna che è nelle piccole regole della casa. Solo uomini accompagnati da fidanzata, compagna, amica oppure moglie”.

VIDEO - Terapia per i gay in Israele, la proposta che fa discutere

La richiesta della donna poteva lasciare qualche dubbio che lo stesso Matteo ha fugato velocemente. “Chiedo scusa, non ho capito la sua domanda” la risposta del giovane che nella replica della donna ha trovato il veto ad arrivare nell’abitazione col proprio fidanzato: “Non accetto due uomini, è una mia regola”.

L’Arcigay, tramite i social, ha chiesto l’immediata espulsione dell’host dalla piattaforma e, in segno di solidarietà alla coppia modenese, ha invitato al boicottaggio della struttura da parte di chi già avesse prenotato un soggiorno.

La posizione di Airbnb

Tramite l’Arcigay, Airbnb ha condannato fermamente l’accaduto: “Abbiamo avviato delle indagini appena saputo dell'accaduto e siamo già in contatto con l'ospite per fornire l'aiuto e il sostegno necessari. Non c'è spazio per le discriminazioni su Airbnb, vanno contro i nostri principi e interveniamo ogni qual volta veniamo al corrente di casi di questo genere, anche rimuovendo un utente dalla nostra community”.

VIDEO - Essere gay, oggi, in Italia