Prosegue la sequenza sismica iniziata ad inizio mese e culminata con il forte evento del 9

Non cessa la sequenza sismica davanti alle Marche
Non cessa la sequenza sismica davanti alle Marche

La terra trema ancora davanti alle Marche, dove è stato registrato un terremoto di magnitudo 3.6 e dove prosegue la sequenza sismica iniziata ad inizio mese e culminata con il forte evento del 9 novembre. Il dato registrato dall’Ingv e diramato dai media è che  non cessa la sequenza sismica nel Mare Adriatico, al largo della costa delle Marche.

Marche: terremoto di magnitudo 3.6

Secondo quanto riferito dai dati dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), un terremoto di magnitudo 3.6 è stato registrato alle 2:59 di oggi, 23 novembre 2022, con ipocentro “a circa 10 chilometri di profondità ed epicentro a 22 km a nordest di Fano”. Non si sono registrati danni a persone o cose e la scossa sarebbe stata avvertita da poche persone a terra, che hanno segnalato l’evento anche sui social.

Il “picco” di domenica 20 novembre

La sequenza aveva avuto un picco qualche giorno fa, domenica 20 novembre, quando una  scossa di magnitudo ML 4.3 era stata registrata dalla Rete Sismometrica Nazionale dell’INGV alle 06:20 del mattino. In quel caso la terra aveva tremato  lungo il tratto di costa compreso tra Fano e Senigallia sempre a 10 km di profondità. Il che secondo gli esperti accrediterebbe la serialità e la matrice univoca degli eventi registrati.