Proseguono i fenomeni estremi nella regione di Hebei, quella dove c’è anche la città Wuhan

·2 minuto per la lettura
Un frame del video sul tornado nell'Hebei
Un frame del video sul tornado nell'Hebei

Ancora un violento tornado in Cina che ha provocato danni ingenti al settore agricolo di quella vasta area e che ha distrutto edifici nel suo punto di massima forza. Non si arresta la forza dei fenomeni meteo estremi nelle regioni nord orientali della Cina. Si tratta di fenomeni stagionali ma che quest’anno stanno assumendo connotazioni di violenza decisamente al di sopra della media. L’ultimo in ordine di tempo si è verificato giovedì primo luglio nella regione che è un po’ il “tallone d’Achille” della Cina per la concomitanza delle condizioni favorevoli ai “twister”, quella dell’Hebei.

Ancora un violento tornado nel nord est della Cina: Guyan in ginocchio

L’instabilità diffusa del tempo è sfociata nella formazione di un violentissimo tornado che si è abbattuto sulle zone rurali dell’area. In particolare è stata la zona di Guyuan ad essere bersagliata da quei venti rotanti fortissimi, venti che hanno provocato danni ingenti, sia al settore agricolo che di quella zona è spina dorsale, sia ad alcuni edifici che, raggiunti dalle raffiche, sono stati sbriciolati in poco tempo. La violenza del tornado è stata ripresa da molti cittadini che hanno postato sui social i frames video; uno di questi postato su Twitter, in particolare, rende molto bene l’idea della violenza di tornado nell’Hebei.

Ancora un violento tornado in Cina, distruzione nella regione con Wuhan

La regione dell’Hebei era salita ai discutibili onori delle cronache mondiali perché ha in Wuhan, epicentro presunto di irraggiamento della pandemia da coronavirus, la sua città più popolosa e il suo capoluogo. E solo poche settimane fa, a fine maggio, altri due tornado avevano funestato sempre la stessa zona (si tratta di aree vastissime), facendo almeno 10 vittime, di cui 6 a Wuhan e 4 a Suzhou, vicino a Shanghai, e ferendo più di 300 persone.

Ancora un violento tornado in Cina: a maggio altre due tempeste

Anche in quelle circostanze i due violentissimi fenomeni erano stati estremi, con venti di oltre 100 chilometri all’ora, ed avevano fatto più vittime e feriti perché la direttrice del twister era cambiata all’improvviso ed aveva indirizzato quell’inferno di raffiche mulinanti verso zone più urbanizzate dell’area. I media avevano riferito che le raffiche erano state così forti che due gru di costruzione erano state danneggiate, una era crollata e che 26mila abitazioni erano rimaste senza corrente.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli