Prostituta aggredita a Napoli: abbandonata ferita in corso Umberto I

prostituta-aggredita-napoli

Arriva da Napoli la terribile storia di una prostituta 35enne selvaggiamente aggredita e successivamente abbandonata agonizzante in pieno centro nella notte del 16 gennaio. La donna, di nazionalità ghanese, è stata soccorsa da un’ambulanza giunta in corso Umberto I a seguito di una telefonata e da qui subito trasportata all’ospedale dei Pellegrini dove le hanno riscontrato numerosi traumi si tutto il corpo. Dimessa dalla struttura, la 35enne è stata in seguito condotta in una località protetta.

Prostituta aggredita a Napoli

La donna è stata rinvenuta in pieno centro con addosso soltanto un corpetto, in una zona della città partenopea che di notte diventa luogo ideale per sbandati e prostitute. Stando alle ipotesi degli inquirenti non è improbabile che la 35enne possa essere una delle tante vittime della tratta del sesso, costretta a prostituirsi dopo essere stata fatta venire in Italia con la promessa di un futuro migliore come badante o collaboratrice domestica.

Ricoverata in ospedale i medici hanno riscontrato alla donna evidenti segni di un pestaggio subito poco prima, tra cui svariate ecchimosi su tutto il corpo, traumi alla testa, una mano schiacciata e un dito rotto. Al momento le Forze dell’Ordine sono sule tracce di una connazionale della 35enne che potrebbe essere l’autore del pestaggio, molto probabilmente attuato come punizione a seguito di un tentativo di ribellione da parte della donna.

Il trasferimento da Napoli

Una volta dimessa dall’ospedale con una prognosi di 41 giorni, la 35enne ghanese e stata affidata ai Carabinieri, che l’hanno portata lontano da Napoli e condotta in una località protetta dove potrà ricominciare una nuova vita lontano dal marciapiede e dai suoi sfruttatori.