Prostitute uccise a Roma, sospetto portato in Questura

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 19 nov. (askanews) - Ha circa 50 anni, ha un passato di tossicodipendenza. Queste le prime caratteristiche dell'uomo che è stato portato neggli uffici della Questura di Roma, in via San Vitale, alle prima ore del giorno nell'ambito dell'inchiesta sui tre omicidi avvenuti giovedì mattina tra le 10 e le 13 in zona Prati. Secondo quanto trapela da ambienti vicini all'inchiesta il soggetto è sospettato di essere l'autore dei delitti.

In mattinata la stessa Questura ha diffuso una nota nella quale spiega che "in merito ai tragici fatti che si sono verificati nel quartiere Prati siamo estremamente soddisfatti per il lavoro che sta portando avanti la Squadra Mobile e la Polizia Scientifica, in sinergia informativa con l'Arma dei Carabinieri, seguendo le indicazioni della Procura della Repubblica".

E poi si aggiunge: "Per dettagli inerenti lo stato delle indagini dobbiamo confrontarci con il Procuratore Lo Voi con il quale siamo costantemente in contatto per doveroso rispetto verso chi ha la direzione delle stesse e verso il lavoro che sta conducendo il pubblico ministero titolare, insieme al capo della squadra mobile".

"Quale autorità provinciale di pubblica sicurezza, ben consapevole delle aspettative della cittadinanza, molto scossa dai fatti e che, giustamente, invoca sicurezza, posso assicurare che al momento la situazione è sotto stretto controllo e riteniamo di poter affermare che la collettività possa tornare ad essere più tranquilla perché altri fatti collegati a questi tragici avvenuti non ci saranno. Al momento opportuno, gli organi investigativi e la Procura della Repubblica forniranno le informazioni doverose".