Protagonista della vicenda un ragazzo di 18 anni di Staffordshire.

·2 minuto per la lettura
dichiarato morto si sveglia
dichiarato morto si sveglia

Viene dichiarato morto, ma si sveglia poco prima che gli vengano asportati gli organi. È questa l’incredibile storia di Lewis Roberts un 18enne di Staffordshire, nel Regno Unito, considerato decuto dopo essere stato investito da un furgone salvo poi riprendere a respirare e dunque a vivere. La vicenda si è svolta nel Royal Stoke University Hospital dove il ragazzo era stato ricoverato in gravi condizioni dopo l’incidente con i medici che, dopo alcuni giorni di degenza, lo avevano dichiarato morto il 18 marzo. Poi però il ragazzo ha sbattuto in maniera autonoma le palpebre e di giorno in giorno ha iniziato a migliorare.

Vieme dichiarato morto, ma si sveglia

Stando a quanto riferito dai media locali, dopo essere stato investito lo scorso 13 marzo i medici non avevano dato molte speranze alla famiglia del ragazzo tanto che la stessa era stata convocata per fornire un ultimo saluto al ragazzo. Data la sua giovane età i genitori aveva acconsentito anche alla donazione degli organi, ma per fortuna la storia ha avuto un esito diverso.

Sarebbe stata proprio la decisione di donare gli organi il tassello che avrebbe garantito a Lewis Roberts più tempo prima di essere seppellito, un tempo rivelatosi quanto mai determinante per la sua ripresa. Infatti, per garantire una migliore conservazione degli organi, i medici hanno aspettato a spegnere le macchine e questo passaggio si è rivelato fondamentale.

Nemmeno lo staff dell’ospedale riesce a credere al miracolo a cui ha assistito. Incredibile, ha scritto la sorella del 18enne su Facebook, ed in effetti si tratta di un fenomeno difficilmente spiegabile, ma non impossibile. Ora Lewis muove la testa, gli occhi e la bocca e la sua famiglia spera che possa presto tornare a casa.