"Proteggere la natura è l'unico modo per sottrarci alla roulette russa delle pandemie"

Giulia Belardelli
·Giornalista, HuffPost
·2 minuto per la lettura
Foresta tropicale (Photo: Getty)
Foresta tropicale (Photo: Getty)

Se non si agisce con determinazione sulla causa principale delle pandemie – la distruzione della natura – il mondo continuerà a giocare “uno sfortunato gioco della roulette russa con gli agenti patogeni”. È l’allarme lanciato dalla Preventing Pandemics at the Source (Prevenire le pandemie all’origine), una nuova coalizione di organizzazioni per la tutela della salute e dell’ambiente.

La colazione – riporta il Guardian – esorta i governi a colmare una grave lacuna nei piani di ripresa post-Covid, ponendo al centro la tutela degli ambienti naturali.

Molti trilioni di dollari vengono giustamente spesi per rafforzare l’assistenza sanitaria umana e rilanciare l’economia globale, ha affermato la coalizione, ma sono vitali misure molto meno costose per fermare la deforestazione e porre fine al commercio illegale di fauna selvatica. L’appello è l’ultimo di una serie di avvertimenti di alto livello secondo cui andremo incontro a pandemie peggiori e più frequenti, in assenza di interventi decisi.

Si pensa che il coronavirus che causa il Covid-19 sia passato dai pipistrelli selvatici all’uomo e circa due terzi delle malattie che infettano gli esseri umani iniziano in altre specie, tra cui i virus dell’influenza, dell’HIV, Zika, del Nilo occidentale e dell’Ebola. La crescente distruzione della natura a causa dell’agricoltura, del disboscamento e del commercio di animali selvatici ha portato le persone e il loro bestiame a più stretto contatto con la fauna selvatica, aumentando negli ultimi decenni la circolazione di malattie attraversano le specie animali.

“I vaccini Covid-19 ci aiuteranno a salvarci da questo caos attuale, ma non serviranno a proteggerci dalla prossima pandemia”, ha detto Aaron Bernstein della Scuola di Sanità pubblica TH Chan dell’Università di Harvard negli Stati Uniti, che fa parte del...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.