Protesta di massa a Cuba: è la più grande degli ultimi 30 anni

Centinaia di arresti e almeno un agente ferito: è il bilancio delle nuove violenze scoppiate ieri a Cuba, in quella che è stata definita la più grande protesta di massa mai vista sull'isola negli ultimi 30 anni. I cittadini di 25 città diverse si sono riversati in piazza contro il presidente della repubblica Miguel Díaz-Canel, e per una situazione economica che continua a peggiorare.

Un video ripreso all'una di notte e pubblicato su Facebook, secondo quanto riportato dal Guardian, mostra centinaia di dimostranti a Palma Soriano che chiedono libertà al grido di "Abbasso la dittatura" e "Abbasso Díaz-Canel". La gente in strada chiedeva inoltre medicine, vaccini anti Covid e "la fine della fame".

Gli agenti avrebbero sedato la protesta con manganelli e spray al peperoncino, arrestando centinaia di dimostranti. Secondo quanto riportato da alcuni testimoni oculari a Reuters, nelle strade della capitale sono state viste Jeep delle forze speciali equipaggiate con mitragliatrici.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli