Proteste in Algeria, giornalisti denunciano minacce e intimidazioni -2-

Fth

Roma, 15 nov. (askanews) - Oggi ad Algeri, i giornalisti si riuniranno poco prima della partenza della marcia settimanale contro il potere, ha detto ad Afp il giornalista Khaled Drareni, portavoce del collettivo. "Avremo tutti una fascia da braccio bianca, per mostrare la nostra qualità di giornalisti liberi e indipendenti e copriremo questo evento nonostante le ingiunzioni del potere", ha continuato Khaled Drareni.

In un testo pubblicato lunedì su una pagina Facebook intitolata "Salvare la stampa algerina", questo gruppo ha denunciato le "pressioni e vincoli (...) che impediscono ai giornalisti di adempiere al proprio dovere professionale e garantire il servizio pubblico". "Chiediamo il potere di smettere ad imporre la censura sui media pubblici e privati e di minare le libertà dei media al fine di garantire il diritto dei cittadini a informazioni obiettive e neutrali", affermano gli oltre 300 firmatari - una cinquantina di radio e televisione nazionali, il cui tono è molto controllato.