Tensione a Hong Kong, "manifestante colpito al petto""

webinfo@adnkronos.com

Hong Kong precipita nel caos. Un uomo è stato colpito al torace da un proiettile d'avverimento sparato dalla polizia nel corso delle manifestazioni che si svolgono nel giorno delle celebrazioni per il 70esimo anniversario della Fondazione della Repubblica popolare cinese, a Pechino, dove è volata per l'occasione anche il capo dell'esecutivo di Hong Kong Carrie Lam. Lo riferisce il South China Morning press, mentre girano online le foto degli agenti e dei soccorritori che si occupano di lui. 

Almeno 15 persone sono rimaste ferite (una verserebbe in condizioni critiche) a seguito della reazione della polizia, che ha fatto uso di gas lacrimogeni contro i manifestanti scesi in strada per portare avanti la loro protesta. Lo hanno riferito autorità ospedaliere, citate dal South China Morning Post. Contor i manifestanti la polizia ha usato inoltre gli idranti fuori dalla sede del governo nell'ex colonia britannica. 

Polizia e manifestanti si sono affrontati nel distretto di Wong Tai Sin, mentre altre piccole manifestazioni si sono svolte nella penisola di Kowloon. Sull'isola di Hong Kong decine di migliaia di persone hanno sfidato il divieto di manifestare ribadito ancora ieri dalla polizia e sono scese in piazza per riproporre le loro rivendicazioni. Gli agenti hanno anche sparato qualche colpo di avvertimento contro i dimostranti. 

In previsione dei cortei e nel timore di disordini diverse stazioni della metropolitana sono rimaste chiuse a partire da mezzogiorno e i principali centri commerciali hanno scelto di non aprire. La polizia è presente in forze nelle strade.