Proteste in Libano, presidente Aoun ribadisce richiesta dialogo -2-

Fth

Roma, 21 nov. (askanews) - La protesta, innescata il 17 ottobre dall'annuncio di una nuova tassa, ha portato alle dimissioni il 29 ottobre del primo ministro Saad Hariri. Ma le consultazioni per la formazione di un nuovo governo non hanno portato alla formazione di nuovo escutivo, con disappunto dei manifestanti.

Secondo la costituzione, il capo dello stato deve avviare consultazioni parlamentari per nominare un nuovo primo ministro, ma questo processo non è ancora iniziato. "Un nuovo governo (...) doveva essere formato e iniziato i suoi lavori", ha ammesso Michel Aoun.