Proteste no vax, Sileri: "Bloccare treni o picchiare persone è terrorismo"

·1 minuto per la lettura

"Ognuno ha libertà di dire ciò che vuole ma in piazza si va in modo rispettoso. Quando non c'è il rispetto dell'altro, vengono bloccati i treni o malmenate le persone, quello è terrorismo e non è manifestare. Posso comprendere che dopo 1 anno e mezzo di sofferenze non siamo tutti bravi ed equilibrati, ma quello che è accaduto in alcuni episodi è terrorismo". Così il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, ospite di 'TimeLine' su SkyTg24, commentando le aggressioni di alcun no vax ai danni di giornalisti e della minaccia che domani vengano bloccati i treni per protestare contro il Green pass.

“Se qualcuno domani arrecherà disagi alla circolazione ferroviaria bloccando le stazioni, andrà incontro ad una denuncia per interruzione di pubblico servizio. Un conto è manifestare pacificamente, altra cosa è creare disagi alle altre persone, commettendo di fatto un reato. Dovremo essere intransigenti”. È quanto scrive in un tweet il Sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia, commentando le minacce di blocco della circolazione ferroviaria di sedicenti gruppi no-vax.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli