Proteste Torino, Marchisio: "Imbecille chi spacca vetrine"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Poveri imbecilli". Così Claudio Marchisio definisce chi, durante la manifestazione di Torino contro le restrizioni anti-Covid, si è macchiato di comportamenti violenti. L'ex giocatore della Juventus e della Nazionale interviene sul tema con una serie di tweet. "Questa ragazzina ha insegnato a tutti noi il senso di questa protesta. Quelli che spaccano le vetrine, sono solo dei poveri imbecilli", scrive Marchisio pubblicando l'immagine di una bambina che mostra un cartello con su scritto 'Riaprite il locale di papà".

"Questo è protestare, con la propria presenza, con la propria voce!", aggiunge in un altro post nel quale mostra il video dei manifestanti pacifici in piazza. In altri filmati, condivisi dall'ex giocatore, si vedono invece alcune persone che rompono le vetrine dei negozi. "Qui siamo a Torino, ma sta succedendo in molte piazze. È molto più importante far capire alla gente che questi sono teppisti, non persone e lavoratori che avevano intenzioni di protesta contro un governo che sta mettendo allo stremo delle forze le persone e le famiglie italiane". "Ed anche in queste immagini -scrive ancora Marchisio-, non sarà fatto nulla dal governo per questi teppisti".