Protezione Civile, dal 16 al 20 ottobre esercitazione ai... -3-

Red/Cro/Bla

Roma, 23 lug. (askanews) - Proprio al fine di un proficuo coinvolgimento dei cittadini nelle attività esercitative, il Dipartimento, in raccordo con l'Osservatorio Vesuviano dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, la Regione, la Prefettura - UTG di Napoli e i Sindaci dell'area rossa flegrea coinvolti nell'esercitazione, ha previsto per il prossimo mese di settembre alcuni incontri con la popolazione da svolgersi direttamente nei comuni di appartenenza.

Inoltre, nell'ambito della Campagna Nazionale per le buone pratiche di protezione civile "Io non rischio", quest'anno alla sua nona edizione, durante l'esercitazione verranno allestiti nei comuni della zona rossa dei "punti informativi" dedicati proprio al rischio vulcanico dei Campi Flegrei.

"L'incontro di oggi è stato l'occasione per ottimizzare il raccordo dei compiti e delle attività sia in ambito esercitativo sia di pianificazione di dettaglio dedicate all'area flegrea tra le diverse componenti e strutture operative, dai Comuni alle Regioni, dagli enti territoriali a quelli statali, dai Vigili del Fuoco alle forze di polizia a quelle armate, dalla comunità scientifica alle società fornitrici di servizi essenziali, al volontariato organizzato di protezione civile. Dopo l'avvio delle procedure per rendere operativi i gemellaggi tra i comuni della zona rossa del Vesuvio e dei Campi Flegrei e le Regioni e Province Autonome avvenuta lo scorso giugno, ora lavoriamo per testare il Sistema e andiamo avanti sulla pianificazione", ha concluso Borrelli al termine dei lavori.