Protezione Civile, estesa l’allerta meteo gialla in Campania anche a lunedì 19 luglio

·2 minuto per la lettura
Allerta
Allerta

In Campania, l’allerta meteo di colore gialla stabilita dalla Protezione Civile per la giornata di domenica 18 luglio è stata estesa anche alla giornata di lunedì 19 luglio.

Campania, allerta meteo gialla prorogata per altre 24 ore

La Protezione Civile regionale ha deciso di prorogare di 24 ore l’allerta meteo gialla sulla Campania, già in vigore da domenica 18 luglio. L’allerta, quindi, resterà valida anche per tutta la giornata di lunedì 19, fino alle ore 23:59.

Una simile decisione è scaturita in seguito al persistere delle piogge e dei temporali che hanno caratterizzato il meteo delle Regioni dell’Italia centromeridionale, soprattutto nel corso del fine settimana.

Nella giornata di domenica 18, insieme alla Campania, il Dipartimento della Protezione Civile, in accordo con le Regioni, aveva diramato l’allerta meteo gialla anche per Marche, Umbria, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Un’allerta meteo arancione, invece, è stata associata ai territori della Sicilia settentrionale.

Campania, allerta meteo gialla: la decisione della Protezione Civile

In relazione all’allerta meteo gialla della Campania, prorogata anche a lunedì 19, e alla situazione metereologica della Regione, il Dipartimento della Protezione Civile ha dichiarato: “La perturbazione insisterà per ulteriori 24 ore sul territorio regionale. Pertanto, si prevedono, per tutta la giornata di oggi e di domani, rovesci e temporali, localmente anche intensi con possibili raffiche di vento e temporali. Fenomeni temporaleschi che saranno caratterizzati da una incertezza previsionale e rapidità di evoluzione, con danni alle coperture e strutture provvisorie dovuti a raffiche di vento”.

Inoltre, è possibile che si verifichino anche “possibili tempeste di fulmini e grandinate”.

Campania, allerta meteo gialla: i rischi idrogeologici

I rischi idrogeologici segnalati in Campania dalla Protezione Civile in considerazione del maltempo riguardano principalmente eventuali ruscellamenti e inondazioni delle aree situate in prossimità dei corsi d’acqua, allagamenti di locali situati al piano terra o interrati e la caduta di alberi o rami. In determinate circostanze, poi, potrebbero svilupparsi anche delle frane nelle località maggiormente esposte.

Un altro pericolo, infine, potrebbe riguardare il riempimento del sistema di smaltimento delle acque piovane che potrebbe generare l’allagamento delle strade nei punti più critici della regione, già compromessi dai continui rovesci registrati nelle ultime ore.

Con l’esaurirsi dell’allerta meteo alle 23:59 di lunedì 19, tuttavia, dovrebbe affievolirsi anche l’ondata di maltempo che, a partire da martedì 20 luglio, dovrebbe abbandonare definitivamente la Campania, per localizzarsi sulla Puglia e sui Balcani.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli