Protezione civile, Fedriga: volontari sono cuore del Fvg solidale

Red/Gtu

Roma, 30 nov. (askanews) - "La Protezione civile è il cuore del Friuli Venezia Giulia solidale. Sono qui con orgoglio e perché tutti noi abbiamo l'obbligo di dire grazie a ogni singolo volontario che si mette a disposizione per la propria comunità": questo il messaggio che il governatore della Regione, Massimiliano Fedriga, ha voluto portare alla 21esima Giornata del volontario che si è svolta a Rivolto, all'interno della base del secondo Stormo dell'Aeronautica militare, che ospita la pattuglia acrobatica delle Frecce tricolori.

A festeggiare i colori giallo-azzurri dei tantissimi volontari presenti in rappresentanza dei 215 gruppi comunali e delle 68 associazioni di Protezione civile (una forza che raccoglie quasi 10mila donne e uomini in tutta la regione), oltre ai sindaci di tutti i Comuni, c'erano anche il capo del Dipartimento nazionale, Angelo Borrelli, il vicegovernatore con delega alla Protezione civile, Riccardo Riccardi, il direttore regionale della Pc, Amedeo Aristei e i padroni di casa, il comandante del 2° Stormo, Andrea Amadori, e il comandante della Pattuglia acrobatica, Gaetano Farina, assieme alle massime autorità civili e militari della Regione.

"La forza della Protezione civile - ha rimarcato Fedriga - non sta solo nella sua professionalità ma nella disponibilità dei volontari di esserci l'uno per l'altro: questa è la forza stessa della nostra regione e per questo siamo diventati un'eccellenza nazionale".

"La giornata odierna è l'esplicita rappresentazione della solidarietà, vicinanza, collaborazione che questa regione sa esprimere e che ha fatto sì che in questi anni non sia mai mancata la presenza del Dipartimento nazionale, in particolare nelle recenti emergenze della tempesta Vaia e del maltempo" ha detto Fedriga, aggiungendo che "la Protezione civile, però, non è solo emergenza ma soprattutto quotidianità, nelle scuole, nella formazione, nelle necessità di ogni giorno. L'impegno della Regione è che questa azione sia sempre più forte e presente".(Segue)