Protezione civile, Fedriga: volontari sono cuore del Fvg solidale -2-

Red/Gtu

Roma, 30 nov. (askanews) - Per il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia, Riccardi, la giornata ha rappresentato "la premessa alla grande giornata del Giro d'Italia del 2020, quando una tappa partirà proprio dall'interno della base. Qui si concentreranno tre eccellenze del Paese: la Protezione civile, le Frecce tricolori e il Giro, ovvero la bella faccia dell'Italia". Ricordando l'impegno della Protezione civile nella gestione delle opere straordinarie post Vaia (680 interventi in 82 Comuni per quasi 160 milioni di euro, con ulteriori 200milioni a disposizione nei prossimi due anni), Riccardi ha richiamato l'attenzione su quello che ha definito "la sfida del futuro" ovvero "la responsabilità della politica di garantire che questa grande esperienza continui. Dobbiamo creare - ha detto - le condizioni affinché le attività di formazione proseguano nelle scuole e ovunque tra i giovani per portare nuovi volontari".

Il palco di Rivolto è stata anche l'occasione per il capo Dipartimento nazionale, Angelo Borrelli, di annunciare il nuovo progetto della Protezione civile per il 2020, con l'introduzione di "IT alert" il nuovo sistema di allerta nazionale che, tramite la rete 5G, consentirà di arrivare al cellulare di ogni singolo cittadino e avviare, individuo per individuo, su tutta l'area interessata dall'emergenza, il messaggio di allerta. Anche da Borrelli è poi giunto un messaggio sull'importanza della cultura della prevenzione che parte dalle scuole; messaggio colto dal governo con l'introduzione, dal prossimo anno scolastico, dell'insegnamento della formazione di base in materia di protezione civile.(Segue)