Protezione civile: Ugl, impensabile benzina come carburante istituzioni

(ASCA) - Roma, 13 apr - ''E' impensabile che la benzina possa diventare il ''carburante della macchina statale'''. Cosi (Berlino: XO2.BE - notizie) ' il segretario confederale dell'Ugl (Francoforte: 893716 - notizie) , Paolo Varesi, commenta l'ipotesi dell'aumento di 5 centesimi al litro della benzina per fronteggiare le emergenze nella riforma della protezione civile, approvata in via preliminare dal Consiglio dei ministri. Per il sindacalista ''e' evidente che la Protezione civile ha bisogno di fondi adeguati per il ruolo fondamentale che svolge nella gestione di situazioni di crisi e di emergenza, ma e' inaccettabile che si continui a scaricare sui cittadini e sulle famiglie il costo delle istituzioni, che invece dovrebbero trovare risorse nel taglio agli sprechi''. Secondo Varesi ''altri 5 centesimi in piu' al litro per la benzina significano un costo aggiuntivo di circa 300 euro l'anno a famiglia. Un peso esorbitante e per molti insostenibile, nell'attuale contesto di crisi''.

Ricerca

Le notizie del giorno