I protocolli di sicurezza per le navi da crociera NCL

Fase 2 crociere ncl

La Norwegian Cruise Line è stata la prima compagnia ad aver reso note le misure di sicurezza che saranno adottate sulle crociere per limitare il contagio da coronavirus. Si tratta di sei regole che permetteranno di garantire una maggior prevenzione per i passeggeri e l’equipaggio.

Fase 2 sulle crociere NCL

Innanzitutto prima dell’imbarco tutte le persone che saliranno a bordo delle navi verranno sottoposti a controlli sanitari. In particolare gli addetti misureranno la temperatura tramite termoscanner, attività che continueranno a fare durante tutto il viaggio. La compagnia ha inoltre previsto l’installazione di nuovi sistemi di filtrazione dell’aria. Essi, diffusi in ambito medico, rimuoveranno il 99,95% dei patogeni presenti nell’aria che sarà così costantemente pulita.

La NCL ha poi previsto un aumento delle misure igieniche, con la sanificazione di tutti i mezzi di trasporto prima di ogni viaggio secondo quanto previsto dai protocolli aziendali. Le aree pubbliche come ascensori, corridoi e luoghi di ritrovo saranno poi oggetto di costanti disinfezioni. Per poter garantire il rispetto del distanziamento sociale, la capacità degli ospiti a bordo sarà ridotta. Le procedure di salita e discesa saranno poi scaglionate in modo da evitare assembramenti.

Infine la compagnia ha optato per un potenziamento delle risorse mediche a bordo, tra cui tamponi e test diagnostici. Ci saranno poi più medici a mordo e sarà introdotta la figura dell’ufficiale di sanità pubblica su ogni nave. NCL ha poi garantito che le proprie navi faranno tappa soltanto in luoghi considerati sicuri.