In provincia di Caserta la polizia ha messo a segno cinque arresti a carico di tutti i protagonisti

Colpi di fucile e 5 arresti nel Casertano
Colpi di fucile e 5 arresti nel Casertano

In provincia di Caserta la polizia ha messo a segno cinque arresti a carico di tutti i protagonisti di una brutta vicenda di violenza per cui un uomo aveva sparato con il fucile agli ex inquilini da cui era stato aggredito durante una lite. Quel violento litigio con colpi d’arma da fuoco si è verificato venerdì 9 settembre a San Cipriano d’Aversa, nella provincia di Caserta.

Spara colpi di fucile agli ex inquilini

Secondo una prima ricostruzione effettuata dagli operanti un 60enne italiano sarebbe stato aggredito da quattro persone di origine nigeriana, tre uomini e una donna. Il gruppo avrebbe picchiato il 60enne al culmine di una lite. A quel punto l’uomo è rientrato in casa, ha imbracciato un fucile a pompa regolarmente detenuto ed ha esploso alcuni colpi in aria. A quel punto sul posto sono arrivare le volanti della polizia afferenti al Posto Fisso di Casapesenna: gli agenti hanno ricostruito lo storico dell’accaduto ed avviato le indagini per stabilire con precisione la dinamica.

La lite per questioni di soldi e l’aggressione

I primi elementi hanno permesso di accertare che le quattro persone nigeriane si sarebbero recate dal 60enne per “risolvere alcune questioni economiche in sospeso”, di che tipo? I quattro erano ex affittuari di un’abitazione di proprietà dell’uomo. Gli aggressori sono fuggiti ma sono stati individuati, raggiunti e bloccati per essere arrestati poco dopo dai poliziotti. In stato di fermo anche il 60enne che aveva riposto con il fuoco.