Psicologia: Facebook insidia per chi ha scarsa autostima

Roma, 2 feb. (Adnkronos Salute) - Facebook è per molti, ma non per tutti. Il social network dei record, infatti, è controindicato per le persone con scarsa autostima. Secondo uno studio pubblicato su 'Psychological Science', infatti, questo tipo di cybernauti finisce per bombardare gli amici online con messaggi negativi sulla propria vita, rendendosi sgradevole senza rendersene conto.

"Pensavamo che Facebook potesse essere un posto fantastico per le persone, uno spazio per rafforzare le relazioni", spiega Amanda Forest dell'University of Waterloo, coautrice della ricerca insieme a Joanne Woo. Anche perché "chi soffre di scarsa autostima spesso è a disagio nelle relazioni faccia a faccia", spiega. Invece le cose si sono rivelate diverse. Le ricercatrici hanno prima intervistato un gruppo di studenti sul social network, scoprendo che i giovani con scarsa autostima erano più inclini a giudicare 'FB' come un'opportunità per relazionarsi con gli altri, ma anche un posto 'sicuro' in grado di evitare i rischi legati alle situazioni sociali.

Poi il team ha monitorato il comportamento degli stessi ragazzi in rete, valutando i loro status, gli aggiornamenti e le reazioni degli 'amici'. Ebbene il gruppo di giovani con scarsa autostima si è rivelato più negativo, riscuotendo comunque meno commenti e meno apprezzamenti. Discorso diverso per le frasi positive: gli amici rispondevano molto di più. Ai coetanei più sicuri e positivi questo non accade: anche in caso di rari pensieri negativi, le reazioni degli amici sono numerose e partecipi. Insomma, alcuni possono considerare il fatto di aprirsi su Facebook come un'opzione sicura e senza rischi, ma il realtà questo può non aiutarli nel rapporto con gli amici. "Anche perchè su FB non si vede la maggior parte delle reazioni altrui", conclude Forest.

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno