'Psoriasi è più di quello che si vede', nuova campagna Novartis

webinfo@adnkronos.com

La psoriasi non è solo una malattia della pelle, ma una patologia sistemica. Per questo è importante dare la giusta attenzione "ai segni e sintomi che possono insorgere, rivolgendosi al dermatologo per approfondimenti, perché la malattia può interessare ‘più di quello che si vede’". E' l'obiettivo della campagna Novartis 'La psoriasi è più di quello che si vede' che definisce la malattia psoriasica delineandone i contorni attraverso la voce delle persone che ne soffrono: Laura, pianista; Luca, tennista e Carlo, fotografo, sono i protagonisti della campagna.  

"La psoriasi non si limita infatti alle placche cutanee. I dati della pratica clinica hanno dimostrato che i due terzi dei pazienti soffrono di artrite psoriasica o di altre manifestazioni persistenti a carico di unghie, cuoio capelluto e aree palmo-plantari", sottolineano gli esperti. La campagna è patrocinata Società italiana di dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle malattie sessualmente trasmesse (Sidemast), dall'Associazione dermatologi venereologi ospedalieri italiani della sanità pubblica (Adoi), dall'Associazione per la difesa degli psoriasici (Adipso) e dall'Anap, l' Associazione nazionale 'Gli Amici per la Pelle'. 

Per la campagna è disponibile una pagina dedicata sul sito www.lapelleconta.it/psoriasipiùdiquellochesivede dove si possono trovare approfondimenti sulla malattia psoriasica e un test di autovalutazione (Sintrack) per capire se sono presenti sintomi della malattia psoriasica. Inoltre, sempre sul sito, è disponibile il 'patient navigator', un numero verde operativo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17 che aiuta a trovare il Centro Psoriasi più vicino e ottenere le informazioni pratiche necessarie per la visita dal dermatologo.  

"E’ importante dare risalto ad iniziative come questa, che si pongono l’obiettivo di sensibilizzare su una patologia come la malattia psoriasica che ha un forte impatto sociale, condiziona lo svolgimento delle normali attività quotidiane e si ripercuote in modo negativo sulla qualità di vita. Novartis con questa Campagna dimostra di voler e saper ‘ascoltare’ le nostre esigenze per poi trovare servizi e soluzioni per noi preziose", ha affermato Mara Maccarone, presidente Adipso.  

La Campagna parte proprio nella fase della ripresa post emergenza sanitaria, in cui le persone hanno bisogno di tornare alla normalità, vogliono riprendere in mano la loro vita, rialzarsi e tornare ad occuparsi dei loro interessi e delle loro attività quotidiane. "Stiamo uscendo da un momento molto critico per tutti, in particolare per i pazienti, ma è bene sottolineare che seguendo le dovute precauzioni indicate dalle regioni - è ora possibile recarsi ai centri dermatologici per le visite e i colloqui con lo specialista - ha affermato Ketty Peris, presidente Sidemast. "E’ importante parlare con il proprio dermatologo per acquisire le corrette informazioni sulla malattia psoriasica e sulla sua gestione - ha aggiunto - È fondamentale iniziare a gestire la malattia psoriasica fin da subito: se non trattata, può infatti dare origine a problemi più gravi e permanenti”. 

"Essere a fianco dei pazienti e delle società scientifiche è una priorità per Novartis - ha affermato Angela Bianchi, country head of communications & pharma patient advocacy Novartis - Il loro sostegno allo sviluppo di iniziative di informazione e sensibilizzazione come la campagna 'La psoriasi è più di quello che si vede' ne sottolinea ancora di più il valore e l’importanza che potrà avere per i pazienti e per il loro percorso di cura".