Pubblico, pirateria e riforma fiscale: Vezzali attiva su tutti i fronti per "ritorno alla normalità"

·3 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 13 set. (Adnkronos) – Chiusa l'estate con i successi azzurri agli Europei e ai Giochi olimpici e paralimpici di Tokyo il sottosegretario allo sport Valentina Vezzali è pronta ad affrontare tutti i temi sul tavolo e in particolare il ritorno del pubblico negli stadi in numero sempre maggiore, il tema degli impianti sportivi grazie al Pnrr, la lotta alla pirateria e la riforma fiscale, come ha sottolineato in una intervista all'Adnkronos in vista della Giunta e il Consiglio Nazionale del Coni a cui parteciperà domani. "La Serie A chiede di essere ascoltata dal Governo sul ritorno alla capienza al 100% negli stadi? Raccogliendo le istanze del mondo dello sport, ho da subito preso l’impegno di allargare la capienza negli stadi e nei palazzetti. Il dialogo con il Cts è costante e continuo, è una nostra priorità far tornare tutto alla normalità", ha spiegato Vezzali sulla richiesta della Serie A, ribadita anche oggi dal presidente Paolo Dal Pino, di far tornare la capienza negli stadi al 100%. "Capisco i disagi economici soprattutto per gli sport al chiuso, per questo in parallelo sto lavorando ad una serie di interventi di sostegno di tutto il comparto", ha aggiunto la Vezzali riferendosi a tutti gli impianti sportivi.

Un tema che si vuole affrontare anche grazie ai fondi che arriveranno dal Pnrr. "Voglio cogliere questa occasione per migliorare l’impiantistica sportiva del nostro Paese e per rendere veramente accessibile a tutti lo “sport per tutti”, ha sottolineato Vezzali che ha anche risposto alle richieste del presidente della Figc Gabriele Gravina. "Assolutamente condivisibili le richieste, domani ne parlerò in Consiglio Nazionale, sto mettendo in campo una task force Governativa che metta mano una volta per tutte alla riforma fiscale per tutto il mondo dello Sport, quindi anche per il calcio, ma non possiamo non chiedere al calcio un controllo dei costi e adeguate riforme interne che giustifichino gli sforzi del Governo impiegando soldi pubblici. Il comparto è da sostenere, ma va allo stesso tempo consolidato in maniera sostenibile".

Altro tema molto sentito nello sport, in particolare dal calcio, è quello legato alla pirateria. "Stiamo raccogliendo le giuste informazioni per convocare un tavolo con la Lega Serie A, le forze di Polizia competenti ed operatori, per lavorare e trovare una formula immediata per arginare il fenomeno della pirateria, ma in questo momento lo sport grazie alle trasmissioni in streaming è un volano alla digitalizzazione del Paese, dobbiamo sostenere questo sviluppo. Lo sport è anche questo. Innovazione!", ha sottolineato all'Adnkronos la Vezzali che ha parlato anche del cambio di distribuzione delle partite con Dazn.

"Il calcio è uno degli eventi più seguiti nel nostro Paese, non spetta al Governo giudicare se, in merito alla sua trasmissione, sia stata fatta o meno una scelta opportuna, quello che posso dire che, come per il resto dell’Europa, il cambio di distribuzione delle partite preferendo la modalità in streaming è una rivoluzione che sta permettendo al nostro Paese di accelerare il suo sviluppo tecnologico, come ogni innovazione ci sono dei problemi, confido in una rapida soluzione", ha sottolineato in merito ad alcuni problemi di trasmissione di Dazn lamentati dai tifosi in questo inizio di campionato, dove ha l'esclusiva di 7 match e la co-esclusiva con Sky degli altri tre. (di Emanuele Rizzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli