Puglia, Emiliano a cerimonia 100 anni acquedotto pugliese

Gci

Roma, 18 ott. (askanews) - "L'acquedotto compie cento anni ma non li dimostra, perché ha ancora voglia di imparare e di crescere, segue le evoluzioni della Puglia, cerca di distribuire l'acqua dove serve, depura le acque reflue e cerca di riutilizzarle in agricoltura e non inquinare il mare. Questa istituzione per noi così importante è il sistema circolatorio della Puglia, una regione attrattiva nel mondo anche per la bellezza del suo mare". Lo ha detto il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano in occasione della cerimonia per il centenario dell'Acquedotto Pugliese, in corso questa sera a Bari all'AncheCinema.

"E in questa battaglia per la tutela dell'ambiente l'Acquedotto è stato decisivo. Aqp è un'azienda che è presente nella nostra vita quotidiana, da tanti anni, ed è un filo che ci lega ai nostri nonni e bisnonni, uomini straordinari che ebbero l'idea di andare a prendere l'acqua da lontanissimo: ci sono riusciti e noi - ha concluso Emiliano - siamo loro debitori, perché la Puglia senza quest'acqua non avrebbe potuto avere il futuro che ha avuto".