"In Puglia Emiliano ha paura e cerca accordo con M5s", dice Salvini

·1 minuto per la lettura

AGI - Dopo avere fatto tappa a Matera e a Martina Franca, Matteo Salvini è giunto nel Salento, dove, durante la visita ad alcune alcune aziende del luogo, ha punzecchiato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

“Ci tengo a valorizzare la Puglia che guarda al futuro, allo sviluppo, all'ambiente, ai giovani, non all'assistenza, alle elemosine, alla Emiliano, per intenderci”, ha detto il leader della Lega. Per Salvini, inoltre, sono evidenti le responsabilità della Regione nella lotta alla Xylella, il batterio che sta decimando gli ulivi salentini: “Qualcuno ha dormito perché non solo non l'ha sconfitta prima, ma la sta facendo arrivare in altre province”.

Poi il commento alle parole con cui il capo politico del M5s, Vito Crimi, sembra avere messo la pietra tombale sulle voci di un possibile accordo elettorale tra i pentastellati e il Pd: “Possono fare quello che vogliono, tanto dopo 15 anni si cambia. Se Emiliano avesse lavorato bene non avrebbe paura e non cercherebbe accordi e accordicchi. La Regione si occupa di sanità, di infrastrutture, di ambiente, di agricoltura, di turismo, cose che Emiliano non è stato in grado di fare”.

Il leader della Lega ha poi sottolineato: “Aprire delle sedi a Matera, Martina Franca, Gallipoli, Fasano in un fine settimana, vuol dire che, mentre qualcuno è chiuso nel palazzo, noi ci apriamo”.