In Puglia turismo da record nel 2022, Lopane “Rilanciamo ancora”

BARI (ITALPRESS) – La crescita che ha visto protagonista la Puglia negli ultimi anni è legata a vari fattori. Tra questi, un ruolo fondamentale se lo è ritagliato il turismo, che anche nel 2022 ha fatto registrare numeri da record. La regione ha infatti già raggiunto quest’anno il risultato che si era posta per il 2025, risalendo la china dopo anni difficili, caratterizzati prima dalla pandemia, poi dalle conseguenze dell’invasione russa in Ucraina. Da gennaio a ottobre sono stati quasi quattro milioni gli arrivi in Puglia, quasi 15 i pernottamenti, con un andamento del -1% per i primi e del +1% per i secondi rispetto al 2019. Un dato eclatante, considerando che almeno fino ad aprile la pandemia ha inciso sul settore, nonché l’inflazione degli ultimi tempi.

Il più importante riscontro, però, è quello ottenuto dalla regione dal movimento turistico dall’estero, aumentatodel 7% per gli arrivi e dell’11% per le presenze rispetto al periodo pre pandemico. Il tasso di internazionalizzazione ha raggiunto il 30% per gli arrivi e il 27% per le presenze, contro rispettivamente il 28 e il 25 del 2019. Numeri che non lasciano indifferente l’assessore regionale al Turismo Gianfranco Lopane: “Credevamo – afferma – che il 2022 sarebbe stato un anno di transizione per il turismo in Puglia. I dati ci consegnano numeri superiori allo stesso periodo del 2019 in un contesto che non è stato assolutamente semplice: i primi quattro mesi dell’anno sono infatti stati condizionati dal Covid-19, quelli successivi dalla crisi economica. Eppure la Puglia cresce in termini di presenze, anche in periodi non legati all’alta stagione, come maggio, giugno, settembre e ottobre. Questo segna un tasso di internazionalizzazione assolutamente spinto”.
(ITALPRESS) – (SEGUE).

“I mesi di maggio e ottobre – prosegue – segnano una presenza di stranieri più alta di quella degli italiani, il 52%. I dati di giugno e settembre sono altrettanto significativi, paragonabili a quelli delle città d’arte. È un risultato assolutamente significativo, che andremo a commentare, a mettere nelle nostre analisi e a utilizzare nel piano strategico per rilanciare l’attività del 2023 con una serie di azioni che stiamo mettendo sul campo”. Lopane guarda al futuro, anche forte di una sinergia con tutti gli attori che contribuiscono quotidianamente ad aumentare il fascino e la solidità del brand Puglia. Su tutti Aeroporti di Puglia, che ha recentemente incassato anche i complimenti del presidente di Confindustria Bari – Bat Sergio Fontana, che ha espresso “vivo compiacimento ed apprezzamento – si legge in una nota – per gli importanti risultati raggiunti da Aeroporti di Puglia, che hanno consentito alla nostra regione di posizionarsi nella mappa del turismo internazionale, favorendo la crescita dell’incoming turistico da Paesi e mercati in forte espansione e che guardano alla destinazione Puglia con molto interesse. Un ambizioso progetto di sviluppo della mobilità al servizio del turismo, della cultura e delle imprese pugliesi”.

“È giusto quindi – ha proseguito Fontana – riconoscere un grande plauso all’eccellente lavoro svolto dal Presidente Antonio Maria Vasile e dalla sua squadra, che evidenzia come l’impegno quotidiano insieme a una visione strategica a lungo termine di Aeroporti di Puglia siano fondamentali per aumentare l’attrattività della nostra Regione”. “Il turismo – spiega l’assessore Lopane – è per definizione un gioco di squadra. Noi non potremmo farlo senza il contributo di molti attori, in particolare di un sistema aeroportuale pugliese davvero all’avanguardia, che cresce con una doppia cifra. I numeri di quest’anno superano il 20%, in alcune punte il 25, e dimostrano la grande attrattività della nostra regione, ma anche la capacità di portare flussi importanti all’interno del nostro territorio”.

“Per il fatto di essere raggiungibili e per fare in modo che la nostra sia una destinazione sempre più accessibile – prosegue – ringraziamo quindi AdP. Condivideremo con loro le strategie per il prossimo futuro, anche per intercettare nuovi mercati che stanno manifestando un’attenzione verso la Puglia assolutamente importante”. Guardare al futuro, con queste premesse, vuol dire immaginare una Puglia che possa ritagliarsi un ruolo da protagonista tra le mete turistiche per tutto l’anno, quindi anche in occasione delle festività natalizie. “Questo – sostiene l’assessore – è un obiettivo importante, che rappresenta uno degli elementi strategici su cui puntiamo da anni. Abbiamo dimostrato che ci sono dei mesi dell’anno che grazie a un’offerta che si amplia sempre di più e che punta sul prodotto culturale, sull’enogastronomia e sull’artigianato artistico può avere una ricaduta assolutamente significativa. La stessa cosa può essere per il Natale. Non a caso abbiamo lanciato nelle scorse settimane un bando di cobranding finalizzato alle iniziative natalizie che è in fase di valutazione e che porterà eventi sui territori che permetteranno alle destinazioni di lanciare una serie di manifestazioni per rendere le destinazioni ancora più accoglienti e attrattive e per fare del Natale un ulteriore elemento di valutazione della nostra regione come destinazione turistica”.
Parole che suonano come un bel regalo in anticipo per gli operatori del settore turistico e per l’intera regione.

 

foto: xa2
(ITALPRESS).