Puglia zona rossa da lunedì 15 marzo: regole, cosa si può fare

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Puglia zona rossa da lunedì 15 marzo, come disposto dall'ordinanza del ministero della Salute del 12 marzo. La nuova stretta prevede regole restrittive e divieti per contenere la diffusione del coronavirus. Ecco cosa si può e non si può fare così come illustrato sul sito della Regione Puglia.

È vietato spostarsi fra regioni.

È vietato spostarsi fuori dal proprio comune.

È vietato circolare all’interno del proprio comune e spostarsi verso abitazioni private diverse dalla propria.

Sono consentiti gli spostamenti per motivi di lavoro, salute o comprovati necessità con autocertificazione. Il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione è sempre consentito dalle 5 alle 22.

Ristoranti, gelaterie e pasticcerie sono chiusi. È consentito il servizio a domicilio e, fino alle 22, l'asporto.

I bar sono chiusi. È consentito il servizio a domicilio e, fino alle 18, l'asporto.

I negozi al dettaglio sono chiusi, salvo quelli di generi alimentari e di prima necessità. Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie.

Sono chiusi i mercati, tranne le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici.

È consentito svolgere attività motoria in prossimità della propria abitazione nel rispetto della distanza di almeno un metro e con obbligo di mascherina.

È consentito svolgere attività sportiva solo all’aperto e in forma individuale.

I servizi alla persona sono sospesi tranne lavanderie e servizi funerari.

Musei, cinema e teatri sono chiusi. Vietate sagre e feste.