Pugnalata a morte nel parco: si era opposta a una rapina

pugnalata a morte

La giovane Tessa Majors è stata pugnalata a morte a pochi passi dal college che frequentava a New york. La giovane è stata vittima di un agguato nei pressi del Morningside Park, una sorta di appendice di Central Park, da tutti considerato un posto tranquillo. Stando alle prime ricostruzioni la giovane sarebbe stata avvicinata da una banda di ladri nel tentativo di rapinarla. La 18enne si è però opposta ed è stata pugnalata fino alla morte.

Pugnalata a morte del parco

Un posto frequentato per la maggior parte da studenti della vicina Columbia si è trasformato nel luogo di un drammatico omicidio a scopo di rapina. La vittima è la 18enne Tessa Majors, trasferitasi a New York da qualche mese per frequentare il college. La giovane era appena entrata nel parco quando due malviventi l’hanno approcciata. Stando alle prime ricostruzioni sarebbe accaduto tutto molto velocemente: la giovane è stata colpita allo stremo e si è accasciata a terra. Nel tentativo di chiedere aiuto si è trascinata, con le ultime forze, fino al gabbiotto degli agenti posto all’ingresso della Columbia. Il fato ha però voluto che proprio in quel momento l’agente di guardia fosse impegnato nel giro di controllo serale. Al suo ritorno ha dato subito l’allarme, ma per la giovane era troppo tardi.

Fermato un sospettato

L’allarme ai soccorsi è scattato attorno alle 5.30 di pomeriggio, ma al loro arrivo la giovane era già morta a causa delle pugnalate ricevute. La Polizia si è messa al lavoro sulle indagini e stando a quanto si apprende i sospetti si sarebbero concentrati su una baby gang. Un adolescente ospite di una casa famiglia è stato fermato, ma è stato rilasciato meno di 24 ore dopo. Le indagini sono ancora in corso.