Puliamo il mondo 2019, effetto Greta: oltre 700mila i volontari -2-

Gtu

Roma, 22 set. (askanews) - E così l'edizione 2019 di Puliamo il mondo ha visto nel week-end oltre 700mila volontari di tutta la Penisola - tra giovani, cittadini, scuole, migranti, comunità straniere - darsi da fare insieme ad oltre 1600 comuni, 38 associazioni laiche e cattoliche e alla Rappresentanza in Italia della Commissione europea per ripulire, muniti di guanti e ramazza, aree degradate o spazi della città, ma "anche per dire no a muri e pregiudizi e rilanciare l'importanza di creare e favorire relazioni di comunità puntando su accoglienza e integrazione". Agli eventi hanno partecipato insieme studenti, bambini, famiglie, cittadini, associazioni di volontariato che si occupano di disabili, di accoglienza migranti, di disagio, a Trani hanno partecipato anche le detenute della sezione femminile.

Tra gli eventi di punta organizzati in Italia e raccontati anche durante la diretta Rai nello "Speciale Puliamo il mondo", in onda su Rai 3, l'evento di pulizia a Roma a Ponte Milvio lungo il Tevere, a Cagliari sulla spiaggia Poetto, a Napoli nella sesta municipalità, e a Enego in provincia di Vicenza al centro della piana di Marcesina, una delle aree devastate dalla tempesta Vaia lo scorso 29 ottobre. E poi, tra i tanti appuntamenti di questo week-end, gli eventi di plogging, una corsa-camminata cronometrata di 5 km per ripulire dai rifiuti i tratti di terreno vicino ai sentieri a Milano Parco Nord, Treviso, Lucca, Montecatini Terme, Roma Parco del Pineto e Parco della Caffarella, Palermo Parco Uditore, Palermo Montelepre, Salento, Lecce Parco Belloluogo.

Anche quest'anno sono stati tanti i rifiuti raccolti: a farla da padrone sono ancora i rifiuti di plastica, bottiglie di plastica e vetro, buste, rifiuti ingombranti (ad esempio stampanti, pneumatici esausti, materiali edili sbriciolati e abbandonati lungo strade secondarie, vecchi elettrodomestici ecc), e poi mozziconi di sigaretta e rifiuti di plastica monouso.

Arrivata in Italia nel 1993 grazie a Legambiente, Puliamo il Mondo è l'appuntamento italiano di Clean Up The World, il più grande evento internazionale di volontariato ambientale, nato a Sydney nel 1989, che coinvolge ogni anno oltre 35 milioni di persone in circa 120 Paesi. L'iniziativa è patrocinata dal ministero dell'Ambiente, della Tutela del territorio e del Mare, del ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, di Upi, di Federparchi e di Unep; ed è stata organizzata in collaborazione con la Commissione europea che ha partecipato all'appuntamento romano a Ponte Milvio. (Segue)