Puliamo il mondo 2019, effetto Greta: oltre 700mila i volontari

Gtu

Roma, 22 set. (askanews) - "Puliamo il mondo 2019", la storica iniziativa legata all'evento mondiale Clean Up The World che Legambiente ha portato in Italia, è stata un successo, e grazie all'effetto Greta ha visto una grande partecipazione, in aumento soprattutto tra i giovani: oltre 700mila volontari hanno aderito all'appello e, dal nord al sud della penisola, si sono dati da fare per ripulire dai rifiuti, soprattutto bottiglie di plastica, vetro e mozziconi di sigaretta, gli angoli delle città, spiagge e sponde dei fiumi.

"Una battaglia di civiltà ma anche un gesto d'amore per l'ambiente circostante": è questo lo spirito che ha caratterizzato anche quest'anno il grande week-end ambientalista di Puliamo il Mondo, la campagna di Legambiente che in questa 27esima edizione ha avuto un "grandissimo numero di adesioni da parte di giovani e scuole di tutta Italia, anche grazie all'effetto Greta". Tutti si sono rimboccati le maniche per ripulire insieme ai tanti volontari strade e piazze, angoli della città, parchi urbani, ma anche sponde di fiumi e spiagge dai rifiuti abbandonati. "Un segnale - sottolinea Legambiente - che lascia ben sperare perché i giovani non vogliono più stare a guardare, vogliono aiutare concretamente l'ambiente partendo proprio dal quotidiano, perché non c'è più tempo da perdere".

Un messaggio, quello legato all'azione della cittadinanza attiva, che viene rilanciato alla vigilia del summit dell'Onu sul clima di New York e del terzo Global strike for future che vedrà il prossimo venerdì migliaia di ragazzi di tutti il mondo scendere in piazza, sull'esempio di Greta Thunberg, "per ricordare ai grandi della Terra che il nostro Pianeta è in pericolo e che bisogna intervenire". (Segue)