Purga in corso alla corte di Bangkok, dopo caduta consorte reale -4-

Mos

Roma, 30 ott. (askanews) - Il re - spiegava ancora il Palazzo - aveva nominato Sineenat Nobile consorte reale proprio nella speranza che questo avrebbe fatto "cambiare il suo comportamento", ma lei avrebbe continuato a mostrarsi "sleale, ingrata e poco gentile rispetto alla coresia i Sua Maestà" e avrebbe voluto essere "sullo stesso piano della regina".

Dopo lo schiaffo a Sineenat, era toccato a sei funzionari di palazzo di essere fatti fuori dall'organigramma per "gravi motivi disciplinari", tra loro anche una dama di corte. (Segue)