Putin al Forum di San Pietroburgo: "L'Europa sta pagando per le sanzioni imposte"

Ancora un monito all’Occidente da Vladimir Putin. Il Presidente russo torna sulle sanzioni imporste al suo paese e lo fa nel discorso al Forum economico di San Pietroburgo. Il leader del Cremlino ha ammonito che l'Europa perderà più di 400 miliardi di euro il prossimo anno a causa delle misure imposte dopo l'invasione dell'Ucraina, ma questo è solo una minima parte.

"L'Unione Europea ha perso la sua sovranità politica, ha detto Putin, e le sue élite burocratiche devono muoversi seguendo quello che gli viene detto di fare dai loro superiori, danneggiando la propria gente, la propria economia, e gli affari".

Putin ha quindi ribadito, ancora una volta, che l'intervento militare di Mosca in Ucraina non è la causa primaria dei problemi economici globali. La causa sono e rimarrannao le politiche occidentali. "La Russia e le nostre azioni per liberare il Donbass non c'entrano. Il rialzo dei prezzi, l'inflazione, i problemi legati alla sicurezza alimentare, i carburanti, la benzina, il settore energetico in generale, sono il risultato di errori sistemici da parte dell'attuale amministrazione statunitense e della burocrazia di Bruxelles".

screenshot video
Forum Economico San Pietroburgo - screenshot video

Putin: raggiungeremo i nostri obiettivi

Proclamando la fine del sistema unipolare guidato dagli Stati Uniti, Putin ha ribadito che riuscirà a raggiungere, senza esitazione, i suoi obiettivi in Ucraina perché l’operazione speciale in corso è la decisione di uno Stato sovrano basata sul diritto di garantire la sua sicurezza”. La Russia è stata "costretta" a lanciare l'operazione "in un contesto di crescenti rischi e minacce". Ecco allora sottolinea Putin:"Bisogna essere un passo avanti" e Mosca "ha missili ipersonici come nessun altro" e "sta entrando in una nuova era come paese potente" e sovrano e diventerà "ancora più forte".

Il discorso di Putin è slittato di un’ora «a causa di un attacco informatico al sito web del forum, che ha interrotto il sistema di ammissione alla riunione plenaria», ha detto il portavoce dei Cremlino Dmitry Peskov.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli