Putin alle madri dei soldati: "Informazione arma di combattimento"

Incontrando una delegazione di madri di soldati russi impegnati in Ucraina, il presidente Vladimir Putin ha invitato a non credere a quelle che ha liquidato come "false notizie, inganni e menzogne" diffuse attraverso Internet.

Il presidente russo ha poi definito "eroi" i soldati che combattono in Ucraina, e ha espresso le sue condoglianze alle madri dei caduti: "Voglio che sappiate: Io personalmente e l'intera leadership del Paese condividiamo questo dolore. Siamo consapevoli che nulla può sostituire una perdita".

L'iniziativa del Cremlino ha sollevato le critiche dell'associazione che riunisce madri e mogli di soldati, che in un messaggio sui social ha precisato di non aver ricevuto alcun invito per incontrare il presidente.

Una di loro, Olga Tsukanova, spiega: "Siamo a Mosca da diversi giorni, stiamo visitando ogni sede istituzionale cercando in tutti i modi possibili di avviare un dialogo con le autorità, ma sembra che questo non sia possibile".

Putin ha poi concluso parlando di "molti attacchi informativi" in atto contro la Russia. "L'informazione è anche un'arma di combattimento, diventata peraltro più efficace grazie alle moderne tecnologie di comunicazione".