Putin in Arabia Saudita, la banda sbaglia l’inno russo: la reazione

Putin in Arabia Saudita

Vladimir Putin in Arabia Saudita ha incontrato il principe ereditario Mohammed Bin Salman. I due stipulano un’alleanza quasi inaspettata e affrontano il problema dell’invasione turca della Siria. A Riad Putin firma 30 accordi per un valore di 2,5 miliardi di dollari. I due sono in trattativa per perseguire i propri interessi petroliferi. A rovinare l’incontro una brutta stonatura della banda, che ha completamente sbagliato l’inno russo. La reazione del presidente Putin ha lasciato tutti senza parole.

Putin in Arabia Saudita: l’errore della banda

L’inno russo proprio non rientra nelle sinfonie dei musicisti d’Oriente. Prima in Egitto, questa volta in Arabia Saudita: la banda ha sbagliato melodie e l’inno è risultato completamente irriconoscibile.

Nella prima occasione, infatti, la banda militare aveva stonato e brutalmente storpiato le sinfonie dell’inno nazionale russo. Vittime anche la Germania di Angela Merkel e la Francia dell’allora presidente François Hollande. Situazione pressoché identica in Arabia Saudita. Al suo arrivo a Riad, giunto al cospetto di Bin Salman per firmare un accordo petrolifero, il presidente russo Vladimir Putin è stato accolto con l’inno nazionale suonato dalla banda militare. Tuttavia, complice forse la tanta emozione o la scarsa preparazione, i musicisti hanno commesso gravi ed evidenti errori, tanto da rendere la sinfonia russa poco gradevole e quasi impossibile da riconoscere.

Tuttavia, dopo la spiacevole vicissitudine in Egitto, Putin sembra averci preso l’abitudine. Il presidente, infatti, è rimasto impassibile, accennando solo una lieve espressione pressione di perplessità.