Putin vara decreto con sanzioni di ritorsione contro Occidente

Il presidente russo Vladimir Putin a Mosca

(Reuters) - Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto con sanzioni economiche di ritorsione in risposta alle "azioni ostili di alcuni stati stranieri e organizzazioni internazionali", ha comunicato il Cremlino.

Il documento non fornisce alcun dettaglio su quali individui o soggetti saranno colpiti dalle misure.

In base al decreto, la Russia proibirà l'esportazione di prodotti e materie prime a persone e società sanzionate.

Il decreto impedisce anche le transazioni con persone e società straniere colpite dalle sanzioni di ritorsione russe, e permette alle controparti russe di non adempiere agli obblighi nei loro confronti.

In base al decreto, il governo russo ha 10 giorni a disposizione per compilare le liste di persone e società straniere da sanzionare, e per definire "criteri aggiuntivi" per una serie di transazioni che potrebbero essere soggette a restrizioni.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli