Pyeongchang, il bacio gay in diretta tv sorprende i Giochi

Bea

Pyeongchang, 19 feb. (askanews) - Lo sciatore freestyle Usa Gus Kenworthy ha parlato di un momento che "non avrebbe mai sognato" da bambino, quando il suo bacio in diretta tv al compagno è finito in mondovisione dalle Olimpiadi invernali di Pyeongchang. Una sequenza che è stata definita storica per il Giochi olimpici e che è diventata virale sui social media. Il 26enne è arrivato 12esimo nella gara di slopestyle ieri, ma è finito in prima pagina dopo aver baciato il suo compagno a fine gara sotto l'occhio delle telecamere. Finito sulla ribalta globale, lo sciatore oggi ha twittato accanto a un fermo immagine dell'ormai famoso bacio "Non avevo capito che questo momento veniva filmato, ma sono felice che lo sia stato. Da bambino non avrei mai sognato di vedere un bacio gay in Tv alle Olimpiadi, ma per la prima volta un bambino a casa PUO'!. L'amore è amore".

Il messaggio ha ricevuto centinaia di repliche di sostegno e il pattinatore artistico gay Usa Adam Rippon ha scritto "Wow okay ho appena piagnucolato e detto a me stesso 'è così bello!'". Parlando dopo il bacio Kenworthy, nato in Gran Bretagna, ha riflettuto su quanto i tempi siano cambiati nel giro di pochi anni. "L'unico modo per cambiare le percezioni, abbattere le barriere, abbattere l'omofobia è attraverso la rappresentazione" ha detto. "E quando ero bambino questo non c'era. Non ho mai visto un atleta gay baciare il compagno alle Olimpiadi. Se l'avessi visto sarebbe stato tutto più facile per me". E ha aggiunto: "Era una cosa che di fondo volevo già agli ultimi Giochi, baciare il mio compagno a fondo pista, ma ero troppo spaventato per farlo. Essere stato in grado di farlo, di baciarlo, di vedere questo gesto di affetto trasmesso in tutto il mondo è stato incredibile".

(fonte Afp)