Pyongyang mobilita 180 jet, Seul fa alzare in volo i caccia. Tensione alle stelle tra le Coree

Seung-il Ryu / NurPhoto via AFP

AGI - Seul ha annunciato di aver fatto alzare in volo "80 caccia, tra cui gli F35As", dopo aver registrato la "mobilitazione di circa 180 jet nordcoreani" nello spazio aereo di Pyongyang.

Gli oltre 180 aerei da combattimento di Pyongyang hanno operato "in varie località", sia sul territorio a nord del confine con la Corea del Sud, sia sopra i mari. I caccia hanno volato anche nei pressi della Tactical Action Line, linea virtuale fissata da Seul in una zona tra i 20 e i 50 chilometri a nord del confine tra le due Coree, creata per darsi il tempo di reagire a eventuali provocazioni nordcoreane.

S. Korea scrambles some 80 fighter jets as 180 N. Korean warplanes detected flying https://t.co/gfv2LmvHBa

— Yonhap News Agency (@YonhapNews) November 4, 2022

La mossa nordcoreana giunge durante le esercitazioni aeree congiunte su larga scala tra Corea del Sud e Stati Uniti, che hanno irritato Pyongyang, e che ieri sono state prolungate, dopo la raffica di missili lanciati dalla Corea del Nord.

"L'esercito sud-coreano sta mantenendo una ferma posizione di prontezza per ulteriori provocazioni", si legge nella nota del Comando Congiunto sud-coreano, "monitorando da vicino gli sviluppi correlati dell'esercito nordcoreano nell'ambito di una stretta cooperazione con gli Stati Uniti".