Qatar 2022: Fratoianni, 'boicottare il Mondiale della vergogna'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 20 nov. (Adnkronos) – "Qatar 2022, il mondiale della vergogna. Almeno 6500 lavoratori morti, oltre 100 per ogni partita che verrà giocata. Ma con tutta probabilità molte di più. Secondo il report di Amnesty international oltre 15mila lavoratori stranieri sono morti in Qatar solamente tra il 2010 (anno di assegnazione del mondiale) e il 2019, senza che se ne sappiano le ragioni.” Lo scrive su Facebook il segretario di Sinistra italiana Nicola Fratoianni, parlamentare dell’Alleanza Verdi Sinistra.

“Centinaia di migliaia di lavoratori sfruttati, sottomessi -aggiunge il deputato componente della commissione Esteri di Montecitorio- ad una vera e propria schiavitù moderna in uno dei Paesi più ricchi al mondo, che reprime senza esitazione ogni manifestazione e la libertà di informazione. E tutto ciò solo ed esclusivamente in nome del dio denaro. Boicottare questa vergogna mondiale è il minimo. Ma di certo non basta. La comunità internazionale -conclude Fratoianni- deve costringere la Fifa e le Istituzioni qatariote a risarcire le migliaia di famiglie dei lavoratori morti e condannare questo affronto alla dignità umana".