Qatar 2022: Infantino, 'Ogni Coppa del Mondo dovrebbe avere un Maradona Day'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Doha, 25 nov. (Adnkronos) – Diego Maradona dovrebbe avere una giornata di festa a lui dedicata ad ogni Coppa del Mondo, secondo il presidente della Fifa Gianni Infantino. L'iconico argentino è morto all'età di 60 anni il 25 novembre 2020 dopo aver subito un arresto cardiaco. Rendendo omaggio durante la Coppa del Mondo in Qatar in un evento per celebrare il secondo anniversario della morte di Maradona, Infantino ha affermato che la figura mutevole dovrebbe essere ricordata in ogni torneo successivo per il suo impatto significativo sul calcio. "Diego è immortale, è con noi", ha detto Infantino. "Dobbiamo non solo rendere omaggio ma anche celebrare Diego. Vorrei che d'ora in poi, ad ogni Mondiale, ci prendessimo un giorno per celebrare Diego Armando Maradona, perché ha fatto innamorare tante persone del nostro sport, il calcio. Sono italiano e tifoso dell'Inter. Non sono argentino né tifoso del Napoli, e ovviamente Diego ha fatto piangere molte volte l'Inter e l'Italia, ma gli vogliamo bene".

"Sono orgoglioso perché dopo il nostro arrivo nel calcio, mio ​​e di Alejandro (Dominguez, presidente Conmebol), Diego è tornato per essere con noi ai Mondiali in Russia, e personalmente ho avuto la possibilità di parlargli tante volte e iniziare una amicizia, e fu allora che mi resi conto della sua profondità. Diego è stato un grande leader in Argentina, in Sud America e in tutto il mondo. Dobbiamo continuare a festeggiarlo. Provo una grande emozione, ci sarebbe piaciuto che fosse qui a questo Mondiale, ma è nei nostri cuori".