Quadrante: Mosca punta a est e sud alla vigilia della Pasqua senza tregua

·2 minuto per la lettura
SERGEY BOBOK / AFP

AGI - Dopo la conquista, nei giorni scorsi, di decine di cittadine e paesi del Donbass e un marcato aumento dell'attività militare nell'area, secondo l'intelligence britannica “le forze russe non hanno fatto grandi progressi nelle ultime 24 ore, poiché i contrattacchi ucraini continuano a ostacolare i loro sforzi".

Alla vigilia della Pasqua ortodossa nella domenica in cui si segnano anche i due mesi dall'inizio dell'invasione russa, secondo l'analisi della Difesa del Regno Unito “le forze aeree e marittime russe non hanno stabilito il controllo in nessuno dei due settori a causa dell'efficacia della difesa aerea e marittima dell'Ucraina che riduce la loro capacità di fare progressi notevoli", precisa l'intelligence riferendosi ai due principali teatri della guerra, a Sud e ad Est del Paese.

Quanto a Mariupol, secondo Londra anche se i russi hanno affermato di aver conquistato la città portuale, "pesanti combattimenti continuano a svolgersi frustrando i tentativi russi di catturare la città, rallentando ulteriormente i loro progressi desiderati nel Donbass". Oggi, nella città portuale è previsto un nuovo tentativo di evacuare i civili.

Venerdì un alto responsabile della Difesa di Mosca, il generale Rustam Minnekaev, ha detto che “la seconda fase dell'operazione speciale è iniziata pochi giorni fa” e che l'obiettivo è “il pieno controllo del Donbass e dell'Ucraina meridionale, per creare un corridoio terrestre verso la Crimea". Secondo il generale, il controllo russo dell'Ucraina meridionale consentirà inoltre “un'altra via di uscita verso la Transnistria”, la parte filo-russa della Moldavia  occupata da Mosca.

Questo, secondo l'americano Institute for the study of war, significa che non c'è al momento l'intenzione da parte delle forze russe di condurre un'offensiva diretta verso la Moldavia.

Nel suo ultimo aggiornamento sulla situazione in Ucraina, il ministero della Difesa russo ha dichiarato di avere abbattuto un aereo Sukhoi Su-25 nella regione di Kharkiv e 15 droni dell'esercito ucraino durante la notte, ha detto sabato il portavoce del ministero della difesa russo Igor Konashenkov. Le forze russe hanno rivendicato la distruzione di oltre 20 depositi di munizioni ed equipaggiamenti militari ucraini nelle ultime ore, oltre ad aver compiuto attacchi contro 66 installazioni militari e con missili terrestri contro 11 ulteriori obiettivi.

Intanto, dopo il lancio sperimentale di un missile Sarmat nei giorni scorsi, il numero uno dell'agenzia spaziale Roscosmos, Dmitry Rogozin, ha annunciato che una prima unità militare armata con i missili balistici Sarmat sarà pronta nel territorio russo di Krasnoyarsk, nell'Asia centrale, entro il prossimo autunno.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli