Qual’è il periodo di tolleranza con patente scaduta nel 2020

tolleranza patente scaduta

Scopriamo insieme qual è il periodo di tolleranza con la patente scaduta, quali sono i costi per rinnovarla e le modalità per farlo nel 2020.

Dall’inizio del 2020 sono cambiate le procedure di rinnovo patente, ma non di tollerabilità per il rinnovo della stesse che dovrà essere fatto entro i termini.

Periodo di tolleranza con patente scaduta

La patente scade dopo 10 anni dalla data di rilascio. Per comodità, ed esclusivamente per le patenti A e B, si è uniformata al giorno del compleanno del conducente.

Il rinnovo avviene sempre dopo la visita oculistica presso un centro ASL o un centro convenzionato. Dopo aver verificato la vista del conducente, il medico invia la conferma del rinnovo per via telematica al Ministero dei trasporti.

La patente verrà consegnata presso l’indirizzo di residenza del conducente entro 60 giorni dall’invio della dichiarazione.

Il conducente potrà guidare con la copia della certificazione inviata al Ministero.

Costo del rinnovo della patente

Il costo rinnovo patente scaduta 2016 è di 26,20 euro, di cui 16 euro per la marca da bollo e 10,20 euro per i diritti di Motorizzazione + 6,80 euro di posta assicurata, da pagare al momento della consegna o del ritiro presso la Posta.

Non esiste tolleranza nel caso di mancato rinnovo della patente. Si incorre subito in multe salate, se fermati dalle autorità competenti, anche dal primo giorno dopo la data di scadenza.

Viene ritirata la patente fino a rinnovo ultimato.

Se la patente è scaduta da due o più anni coloro che hanno voglia di riprendere a guidare devono sostenere entrambi gli esami, sia teorici che pratica.