2 / 30

Tra i deputati alla Camera

Gloria Saccani di Forza Italia è su un gradino leggermente più alto, con il 57,32% di assenze.

Quali sono i parlamentari più assenteisti?

Alcuni latitano, altri comunque si fanno vedere il minimo indispensabile. Parliamo dei politici assenteisti del Parlamento che, dopo essere stati eletti, hanno disatteso le previsioni degli elettori timbrando raramente il cartellino delle presenze tra Camera dei deputati e Senato.

Ecco allora quelli che, secondo Openpolis (osservatorio civico che fotografa le attività dei parlamentari), sono i politici più assenti in Parlamento.

A guidare la classifica per i deputati ci pensano Giorgia Meloni e Michela Vittoria Brambilla, per i senatori invece Carlo Rubbia e Renzo Piano.

Tra i nomi illustri con tante assenze ci sono poi Pier Luigi Bersani, Maurizio Martina, Mario Monti e Matteo Salvini.

Openpolis precisa che: “i dati sulle presenze si riferiscono alle votazioni elettroniche che si svolgono nell’Assemblea di Camera e Senato dall’inizio della legislatura. Le presenze dunque non si riferiscono a tutte le possibili attività parlamentari (lavori preparatori nelle Commissioni) ma solo al totale delle presenze nelle votazioni elettroniche in Aula. Nota: con assenza si intendono i casi di non partecipazione al voto, sia quello in cui il parlamentare è fisicamente assente (e non in missione), sia quello in cui è presente ma non vota e non partecipa a determinare il numero legale nella votazione. Non si può, inoltre, distinguere l’assenza ingiustificata da quella, ad esempio, per ragioni di salute”.