Quali sono le nuove ipotesi sulle quali si discuterà durante il Cdm

·2 minuto per la lettura
Cdm possibili ipotesi
Cdm possibili ipotesi

Green Pass, proroga dello Stato di emergenza e nuovi parametri per il monitoraggio dei contagi, queste alcune delle questioni che dovrebbero essere al centro del nuovo consiglio dei ministri che dovrebbe essere atteso nella giornata di giovedì 22 luglio, insieme alla cabina di Regia alla quale prenderà parte il Presidente del Consiglio Mario Draghi. L’avanzare sempre più insistente della variante Delta in Paesi come Regno Unito e Francia sta preoccupando ora anche l’Italia. Ecco dunque che le prossime ore così come le decisioni che verranno prese durante il Consiglio dei Ministri saranno cruciali.

Cdm possibili ipotesi, in valutazione i criteri di utilizzo del Green Pass

Proprio per quanto riguarda i criteri di utilizzo del Green Pass, sarebbero ancora molti gli aspetti da valutare. Il Ministro della Salute Roberto Speranza, in accordo con gli esperti vorrebbe estenderne l’uso anche nei ristoranti al chiuso, ipotesi che starebbe trovando una strenua opposizione da parte del leader della Lega Matteo Salvini. Sul tavolo del Governo si dovrebbe inoltre discutere del rilascio o meno del Green Pass dopo la seconda vaccinazione ossia con il completamento del ciclo vaccinale: “Siamo di fronte a una pandemia che muta gli scenari di settimana in settimana quindi credo sia abbastanza normale che anche i provvedimenti possano mutare”, ha dichiarato alla trasmissione “Agorà estate” il sottosegretario alla salute Andrea Costa.

Stando a quanto riportano fonti di Palazzo Chigi, nel corso del consiglio dei Ministri non dovrebbe essere discusso l’obbligo vaccinale degli insegnanti né tantomeno durante gli eventi sportivi.

Cdm possibili ipotesi, aggiornamento dei parametri di monitoraggio

Altro tema molto caldo che dovrebbe essere discusso durante il Consiglio dei Ministri riguarda l’aggiornamento dei nuovi parametri di monitoraggio dei contagi. In particolare dovrebbe essere rivista l’incidenza dell’ospedalizzazione che potrebbe pesare di più rispetto agli altri parametri. La motivazione sarebbe legata al fatto che oltre 27 milioni di italiani hanno già ricevuto entrambe le dosi. Inoltre il passaggio da un colore ad un altro dovrebbe avvenire qualora si superi la soglia del 20% dei posti letto nel ricovero ordinario, mentre per ciò che riguarda la terapia intensiva la soglia di riferimento potrebbe essere quella del 15%.

Cdm possibili ipotesi, proroga dello stato di emergenza

Anche la proroga dello stato di emergenza, la cui scadenza è fissata al 31 luglio è sotto stretta osservazione. Stando a quanto appreso, potrebbe essere estesa fino al 31 ottobre. A questo proposito il sottosegretario alla Salute Andrea Costa – scrive RaiNews – ha fatto sapere che si starebbe ragionando per gradi: “C’è in campo anche l’ipotesi di fine gennaio ma credo si possa ragionare su un primo step ad ottobre e poi, naturalmente, valutare”, ha dichiarato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli