Quali sono le nuove regole per spostarsi

·2 minuto per la lettura
spostamenti green pass regole
spostamenti green pass regole

Con l’ingresso in zona gialla per molte regioni a partire da lunedì 26 aprile, molte saranno le novità non solo per le riaperture, ma anche per gli spostamenti tra regioni, ma anche per ciò che riguarda le visite ad amici o ancora verso la seconda casa. Una su tutte la possibilità di muoversi sia in entrata che in uscita da una regione all’altra, da una provincia autonoma all’altra.

Confermato tuttavia il coprifuoco dalle ore 22 alle 5 del mattino fino al 31 luglio 2021 salvo diverse disposizioni. Cambiano inoltre i parametri con restrizioni più severe che possono essere posti nelle regioni dove si verificano 250 casi ogni 100 mila abitanti. Novità infine anche per i soggetti in possesso di pass verde.

Spostamenti, gress pass e visite ad amici: le regole

Cosa cambierà da lunedì 26 aprile 2021? Cosa comporterà l’ingresso in zona gialla? Cosa sarà consentito fare? Sono molte le cose da fare e tante le novità a cui prestare attenzione. Ecco le più importanti:

Spostamenti tra zone gialle

A partire dal 26 aprile ci si potrà spostare sia in entrata che in uscita tra regioni gialle. Fino al 15 giugno sarà invece permesso spostarsi verso un’abitazione privata e comunque soltanto una volta al giorno e naturalmente rispettando le disposizioni del coprifuoco dalle 22 alle 5.

Molto importante tenere a mente che oltre ai conviventi possono muoversi anche altre 4 persone, oltre alle persone di età inferiore ai 18 anni (decade il limite di 14), e soggetti non autosufficienti o con disabilità. Queste regole decadono se in zona rossa.

Spostamento tra regioni rosse e/o arancioni

Non ci sono particolari cambiamenti per gli spostamenti tra regioni rosse e/o arancioni. Tutti gli spostamenti sia in entrata che in uscita sono vietati salvo le consuete necessità quali lavoro, salute e altre situazioni di necessità. Tali disposizioni restano valide anche a chi è munito di pass verde.

Da tenere a mente che la zona rossa scatta in tutte quelle regioni il cui tasso di contagio è superiore ai 250 casi ogni 100 mila abitanti. I Governatori hanno la facoltà di disporre restrizioni più severe in tali casi.