Quando finisce una storia sentimentale, gli uomini soffrono di più

·2 minuto per la lettura

AGI - Lo stereotipo degli uomini che sono meno coinvolti emotivamente nelle relazioni rispetto alle donne potrebbe non essere accurato, anzi, in realtà gli uomini tendono più facilmente a cercare supporto tramite piattaforme online quando sperimentano problemi sentimentali. A questa conclusione giunge uno studio, pubblicato sul Journal of Social and Personal Relationships, condotto dagli scienziati della Lancaster University, che hanno indagato sul modo in cui le persone affrontano la fine o le difficoltà di una storia romantica.

Il team, guidato da Charlotte Entwistle e Ryan Boyd, ha esaminato le caratteristiche demografiche e psicologiche di oltre 184 mila persone che hanno pubblicato i propri problemi sentimentali in un forum online anonimo. "La maggior parte di quello che sappiamo sui problemi di relazione deriva dalle analisi condotte in ambito di terapia di coppia - afferma Entwistle - ma ciò implica che riguardano un sottoinsieme piuttosto specifico di persone, che hanno tempo, denaro e motivazione per lavorare sulla gestione dei problemi sentimentali. Volevamo raccogliere una prospettiva diversa e più generale".

Il gruppo di ricerca ha utilizzato metodi di elaborazione del linguaggio naturale per determinare statisticamente i temi più comuni emersi in ogni post del forum online. Stando ai risultati degli autori, la difficoltà più frequente riguardava i problemi di comunicazione, menzionati dal 20 per cento degli utenti. Circa una persona su otto riferiva inoltre di sperimentare problemi di fiducia all'interno della relazione.

"Abbiamo scoperto che gli uomini tendevano ad affrontare gli argomenti sulla rottura e il dolore emotivo più frequentemente delle donne - riporta Boyd - il nostro lavoro suggerisce pertanto che il tipico stereotipo degli uomini meno coinvolti emotivamente nelle relazioni potrebbe non essere accurato".

I ricercatori hanno anche rilevato che gli utenti maschili avevano una probabilità maggiore di cercare aiuto tramite canali online rispetto alle donne. "Questi risultati hanno implicazioni generali per il superamento dello stereotipo sull'approccio maschile alle relazioni - commentano gli studiosi - ma potrebbero essere utili anche in contesti clinici, perché un'immagine più accurata di come si affrontino i problemi relazionali può essere utile per comprendere le motivazioni di una rottura e aiutare al meglio chi si rivolge agli esperti in materia in cerca di aiuto. Allo stesso modo speriamo che i nostri dati possano contribuire a de-stigmatizzare il concetto di terapia di supporto psicologico, visto che moltissime persone cercano aiuto in modi diversi quando affrontano situazioni complicate".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli