Quando sparirà il coronavirus: la previsione di Pregliasco

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
Quando sparirà il coronavirus: la previsione di Pregliasco (Photo by Alessandro Bremec/NurPhoto via Getty Images)
Quando sparirà il coronavirus: la previsione di Pregliasco (Photo by Alessandro Bremec/NurPhoto via Getty Images)

È la domanda che in molti si fanno, soprattutto in tempi di riaperture: quando finirà l'emergenza coronavirus in Italia? Ad azzardare una possibile risposta è il virologo e docente dell'Università Statale di Milano Fabrizio Pregliasco. Intervistato dall'Agi, l'esperto ha dichiarato che questo virus "resterà con noi almeno per altri due anni", quindi fino all'estate del 2023 "e dovremo fare delle dosi di richiamo come per l'influenza, con dei vaccini aggiornati con le varianti che ci saranno".

GUARDA ANCHE - Sport: quando si può ricominciare?

Per quanto riguarda l'immunità di gregge, secondo Pregliasco è ancora lontana e non potrà essere raggiunta né ad agosto né a settembre. Il problema sono i vaccini: "Non si stanno facendo a tutti: solo dai maggiorenni in su. Per i più giovani gli studi sono ancora in corso. E abbiamo visto che i piccoli sono dei veri untori della malattia". "E comunque, anche quando questi studi saranno pronti, credo presto, poi ci vorranno le dosi di vaccino, e magari ci vorrà anche la voglia di vaccinarsi".

In merito alle riaperture, infine, Pregliasco ha avvertito: "Il rischio calcolato" di cui ha parlato il presidente del Consiglio Mario Draghi "ha comunque un prezzo da pagare, vuol dire casi. Dobbiamo capire che non è un 'liberi tutti' come avvenuto l'anno scorso. Ma mi rendo conto che la misura era necessaria. Alcuni colleghi sono stati più 'severi' nel commentare le decisioni di Draghi. Penso siano decisioni politiche, con la 'P' maiuscola, nel senso di una scelta di sintesi e di mediazione tra esigenze di sanità pubblica in senso stringente e di vita".

GUARDA ANCHE - Covid, scoperta in Italia la proteina che aggrava l'infezione