Quanti italiani sono positivi al Covid?

·1 minuto per la lettura
quanti italiani positivi
quanti italiani positivi

Con una diffusione così massiccia della variante Omicron, ritenuta assai contagiosa, diventa sempre più difficile stabilire con esattezza quanti sono i casi positivi presenti nel nostro paese. I numeri ufficiali suggeriscono che, martedì 11 gennaio 2022, ci sono 2.004.597 di persone attualmente contagiate, ma molte persone si trovano ancora in isolamento pur essendo presumibilmente negative al tampone.

Quanti italiani sono positivi al Covid?

Le norme prevedono infatti che dopo 21 giorni dal tampone positivo si esca automaticamente dall’isolamento senza bisogno di fare il tampone. Ci vuol dire che tutti coloro che hanno ricevuto la diagnosi di contagio prima del 20 dicembre non entrano a prescindere nel numero degli attualmente positivi.

Dato l’alto numero di contagi e la pressione che stanno subendo le aziende sanitarie, è però probabile che molte persone risultate positive dopo questa data (in tutto circa 2 milioni) e già negative, non siano ancora state eliminate dal conto dei contagiati. “È evidente che è saltato il tracciamento, può darsi che molti siano già fuori di casa ma il sistema non abia ancora provveduto a cancellarli dagli attualmente positivi“, ha spiegato Lopalco.

Quanti italiani sono positivi al Covid: parlano gli esperti

Per avere un numero credibile dei positivi al virus, secondo l’esperto è utile considerare solo i contagiati negli ultimi dieci giorni. Così facendo, il numero dei positivi scende a poco meno di un milione e mezzo. Altri scienziati come Carlo La Vecchia hanno però evidenziato che, con una variante così contagiosa, un numero elevato di asintomatici che non si testa e la difficoltà nel prenotare i tamponi, è probabile che i casi reali siano”il triplo rispetto ai numeri ufficiali, cioè tra i 4,5 e i 6 milioni di italiani“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli