Quanti passi bisogna fare per stare in salute?

Gli esperti raccomandano 150 minuti settimanali di attività fisica moderata per non ingrassare e mantenere il corpo in salute (Getty)

Per stare in forma bisogna percorrere 10mila passi al giorno. Si tratta di una convinzione diffusa, ma è più che altro una falsa credenza, senza alcun valore scientifico. E quanti ne servono realmente per avere una vita sana? Prepariamoci al conteggio.

L’attività fisica

Gli esperti raccomandano 150 minuti settimanali di attività fisica moderata per non ingrassare e mantenere il corpo in salute. Oggi ogni smartphone ha il contapassi incorporato e abbondano le app per il fitness che tengono traccia di ogni movimento. Facendo un calcolo semplice, verrebbe da dire che per stare in forma servono 10mila passi al giorno. Ma non è corretto.

Il mito

Ma come è nato il mito dei 10mila passi al giorno per levarsi il medico di torno? Siamo negli anni ’60, il Giappone ha appena celebrato il suo ritorno sulla scena internazionale, ospitando nel 1964 le Olimpiadi. Sull’onda della passione per lo sport nasce la Yamasa che lancia sul mercato il primo pedometro indossabile. Il nome scelto fu manpo-kei, o “contatore dei 10mila passi”. Ecco come nasce il (falso) mito dei 10mila passi.

Le ricerche

In quegli anni il dottor Yoshiro Hatano lavorava all’Università di Kyushu e con il suo team era impegnato in una ricerca per combattere l’obesità. Decise di verificare quanti passi i giapponesi macinassero in media ogni giorno. Secondo i suoi calcoli, si stabilì che un giapponese faceva dai 3 ai 5mila passi al giorno, mentre un appassionato di camminata arrivava a compiere fino a 8mila e 500 passi, durante i suoi 70 minuti di camminata giornaliera. Aggiungendo quelli fatti per le attività quotidiane, si arrivava a toccare i 12mila passi quotidiani. Praticamente i 10mila della Yamasa e del suo pedometro manpo-kei.

Il motivo per cui è sbagliato

Negli anni seguenti, fior fiore di esperti, di varie università in giro per il mondo, si sono prodigati a demolire il mito. Credere che 10mila passi al giorno siano sufficienti per una corretta attività fisica è sbagliato. Il motivo principale, riassumendo i vari assunti, riguarda che il passo è una misura arbitraria: ogni persona ha un passo diverso, dipende dalla falcata. Si può certamente affermare che chi cammina meno di 5mila passi al giorno conduce una vita sedentaria. Ma il valore dei 10mila è arbitrario e senza valenza scientifica.

Leggi anche:

Il colesterolo buono è cattivo. Lo studio americano: può portare all’infarto

Fitness, discipline trendy per il 2018