Quanti vaccini sono stati somministrati fino ad ora?

·2 minuto per la lettura
Vaccino
Vaccino

Le dosi di vaccino somministrate in Italia dal V-day del 27 dicembre al 19 marzo ammontano a 7.532.035: le persone vaccinate che hanno ricevuto entrambe le iniezioni sono pari a 2.380.018 mentre coloro che devono ancora effettuare il richiamo sono 5.152.017.

Quante persone vaccinate in Italia?

Secondo i dati disponibili sul report online della struttura commissariale, la somministrazione ha riguardato 4.556.712 donne e 2.975.323 uomini. Nel dettaglio ad aver ricevuto l’antidoto sono stati 2.842.630 operatori sanitari, 1.203.138 unità di personale non sanitario, 507.912 ospiti di strutture residenziali, 2.103.234 soggetti over 80, 196.736 unità delle forze armate e 678.385 unità di personale scolastico. Le dosi iniettate sono così suddivise: 5.953.057 di Pfizer, 321.846 di Moderna e 1.153.504 di AstraZeneca. A questi tre vaccini si aggiungerà presto quello della Johnson & Johnson, recentemente approvato dall’Ema.

La campagna vaccinale non sta procedendo in maniera eguale su tutto il territorio italiano. La regione che attualmente ha somministrato più dosi di vaccino in termini assoluti è la Lombardia (1.176.446), seguita da Emilia-Romagna (648.491), Campania (644.201), Piemonte (627.712), Veneto (597.771) e Sicilia (583.926). Le regioni che hanno invece somministrato più dosi ogni 100 mila abitanti sono l’Alto-Adige (15,99), il Piemonte (14,56), l’Emilia-Romagna (14,52), Friuli Venezia-Giulia (14,48) e la Valle d’Aosta (14,47).

Per raggiungere l’immunità di gregge bisognerà somministrare 84.342.495 dosi, quelle cioè necessarie a vaccinare il 70% della popolazione italiana. Tenendo conto che ogni giorno vengono somministrate in media 156.158 dosi, con questo ritmo ci vorranno 1 anno, 4 mesi e 2 giorni (luglio 2022) al completamento dell’obiettivo.